camping-vallescura logo

camping-vallescura camping vallescura | campeggio con piscina savona liguria | vacanze appennino ligure | parco del bei Trekking

Trekking

Sotto il profilo escursionistico, la scelta è molto ricca. Ai meno sportivi la zona offre piacevoli camminate lungo i sentieri a due passi dal campeggio mentre i più allenati possono orientarsi su percorsi lunghi e impegnativi, ma estremamente appaganti, come quelli che raggiungono l’Alta Via dei Monti Liguri e il panoramico altopiano del Monte Beigua. In particolare, merita ricordare l’itinerario Sassello-Colle Bergnon-Monte Avzè, che sale tra faggi, pini e rocce. Nelle giornate serene, la cima del Monte Avzè regala l’emozione di spaziare con lo sguardo fino a Capo Noli e all’Isola di Bergeggi.

Qui di seguito vi proponiamo alcuni tra i sentieri più belli della zona.

Lago della Coicia - Escursione speciale nel SIC “Beigua – Monte Dente – Gargassa – pavaglione”, al confine con il Parco Naturale Regionale del Beigua – Beigua Geopark, patrimonio dell’umanità UNESCO, in uno dei luoghi più nascosti e suggestivi della Liguria, il lago della cascata o Laiu dr’a cöicia (letteralmente”caduta”); l’itinerario parte dalla loc. di Acquabianca e s’inoltra nel fitto del bosco dell’Alta Valle Orba fra castagni, faggi e tassi; il sentiero si snoda lungo il ripido versante del Rio Baracca, caratterizzato da laghetti, marmitte e rapide davvero suggestive, sino a raggiungere un sito che sembra essere uscito da una fiaba: la Cöicia.
Imperdibile per chi ama camminare nella natura selvaggia.

vedi dettaglio


Acquabianca - Gattazzè - Bric del Dente  Piacevole escursione che si svolge prevalentemente tra folti boschi, nelle solitarie vallette a nord-ovest del Bric del Dente. Solo nell'ultimo tratto si fa un po' di fatica a causa della ripida salita che porta in vetta.

vedi dettaglio


Piampaludo - Laione - Monte Béigua - La camminata da Piampaludo al Monte Béigua è abbastanza lunga, ma è poco faticosa e abbastanza piacevole. Nel primo tratto il sentiero segnalato incrocia varie volte la strada asfaltata che collega Piampaludo a Prà Riondo; si raggiunge quindi il Laione, la zona umida più importante del massiccio del Béigua, e si prosegue lungo una vecchia mulattiera tra faggeta e radure panoramiche. Volendo si può abbreviare l'escursione di un'ora circa, giungendo in automobile al Laione.

vedi dettaglio


Monte Avzè da Sassello, anello - vedi dettaglio

Monte Beigua da Pratorotondo, per i Monti Rama, Fontanaccia, Ermetta, Grosso, Sciguello - Rifugio Pratorotondo - vedi dettaglio

Monte Beigua da Palo, discesa a Sassello - vedi dettaglio

Damè (Bric) da Vara Inferiore - vedi dettaglio

Monte Argentea da Vara Inferiore, anello del Dano - vedi dettaglio

Monte Reixa da Vara Inferiore, anello dai Canaloni - vedi dettaglio

Monte Argentea dal Passo del Faiallo - vedi dettaglio

Monte Reixa e Monte Argentea dal Passo del Faiallo - vedi dettaglio